Rame2020

Portato da un trio femminile, Rame vuole fare l’esperienza della trasformazione. Proiezione di uno spazio in costante movimento, trasformato, mutato dalle danzatrici. La scenografia, composta da una struttura modulabile dalle forme geometriche, fa apparire e sparire i corpi attraverso una danza ritmata dalle sonorità barocche. Ricerca dell’apparizione dell’invisibile attraverso la decomposizione e la fantasmagoria.

Concezione coreografia: Lorena Dozio
Assistente: Sévérine Bauvais
Danza: Daphne Koutsafti, Daniela Zaghini, Lorena Dozio
Scenografia: Meryem Bayrem
Musica: Kerwin Rolland, Carlo Ciceri
Creazione luci: Séverine Rième
Consiglio artistico: Kerem Gelebek
Produzione: CRILE/ Bagacera
Coproduzioni, residenze: LAC Factory – Lugano (CH); CCN di Caen en Normandie; Ménagerie de Verre (Paris), CND de Pantin, Théâtre de Vanves (F)